Usa un approccio sistemico

Un errore che si fa spesso è quello di cercare soluzioni semplici a problemi complessi.

La realtà è multi-forme, e quando ci si relaziona con essa in un’azione che vuole essere di cambiamento questo non va dimenticato.

Le soluzioni semplici appaiono efficaci nel riscuotere successo nel pubblico, ma poi sono destinate a fallire, proprio perchè non hanno tenuto conto della complessità del problema.

Usare un approccio sistemico è più impegnativo, ma nel lungo periodo è l’unico metodo che può funzionare.

Ma come si fa?

Il primo consiglio che ti dò è quello di valorizzare i talenti. Se lasci fare tutto a tutti, distribuendo i compiti come capita, non otterrai mai buoni risultati.

Ci sono persone che hanno proprio un’attitudine a guardare la realtà in modo olistico, valorizza il loro talento.

Vedrai che poi sotto la guida di queste persone anche il gruppo riuscirà a sviluppare metodi di lavoro più vicini all’approccio sistemico.

Anche su questo purtroppo l’orgoglio può giocare brutti scherzi. Alcune persone potrebbero arroccarsi sulle soluzioni semplici – a problemi complessi – che hanno proposto. E’ una forma di auto-difesa, che si origina nel nostro inconscio, che può generare molti problemi per le attività del gruppo, quindi anche questa volta ti consiglio di mettere subito in chiaro questa metodologia, in modo che quando una persona o un gruppo di persone tende ad arroccarsi su una soluzione semplicistica, tu possa suonare una campanella di allarme, se vuoi non solo metaforicamente ;-), e richiamare l’attenzione di tutti sul problema che sta nascendo e prevenire l’insorgere di un blocco da parte di quella persona o di quel gruppo di persone che, spesso in modo inconsapevole, si stanno arroccando su una soluzione semplicistica.

Fai attenzione, perchè potrebbe accadere che sia addirittura la maggioranza del gruppo ad arroccarsi. A questo punto ricorri al metodo del dubbio.

Abitare Gea usa costantemente questa modalità, ad esempio nell’Ecovillaggio dei Mille e nella sezione Polis.

 

Per approfondire

Quando si parla di approccio sistemico e olistico, le possibilità di approfondimento sono infinite, quindi ti propongo qualche spunto interessante dal quale partire:

Passiamo ora al campo della filosofia:

  • lo strutturalismo, e la sua radicalizzazione, il post-strutturalismo, sono correnti filosofiche del novecento che hanno introdotto in filosofia la visione organica e sistemica dell’uomo e della società, di seguito vi segnalo alcuni autori di queste due correnti filosofiche
  • Michel Foucault, che studia in una prospettiva filosofica le organizzazioni sociali, le istituzioni totalizzanti come l’ospedale e il carcere, le patologie sociali come la follia e il crimine
  • il situazionismo di Guy Debord, che decostruisce il nostro immaginario moderno
  • il pensiero rizomatico di Gilles Deleuze, che formula un paradigma multi-polare della conoscenza contrapposto al paradigma verticale classico
  • il decostruttivismo di Jacques Derrida, che introduce un metodo filosofico che nega ogni evidenza e scompone e decostruisce ogni concetto, partendo dal presupposto che nel linguaggio e in ogni entità esiste qualcosa di indicibile, che quindi necessarimente sfugge alla presunta evidenza del linguaggio
  • l’ontologia di Heidegger, il pensiero dell’essere, qui si va sul difficile, Heidegger sviluppa un linguaggio che parla degli enti, e della relazione fondante tra l’uomo e il mondo; nel pensiero dell’essere (ontologia o metafisica) non esistono oggetti a sè stanti, come è per la scienza, ma enti la cui essenza si fonda nel rapporto tra il soggetto, l’uomo, e il mondo
  • parlare di ontologia e metafisica in realtà vuol dire parlare della storia della filosofia e del pensiero, a cominciare dal più antico dei filosofi del quale si ha notizia, Parmenide, e poi il mito della caverna di Platone, la metafisica di Kant,…

E si potrebbe continuare a lungo 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...